Custodia iphone 7 old La pallacanestro maschile di San Francisco Dons-custodia puro iphone 6-gevsmy

La squadra di pallacanestro maschile di San custodia cellulare iphone Francisco Dons rappresenta l’Università di San Francisco nella pallacanestro del college maschile della divisione NCAA I. [2] I Dons gareggiano nella West Coast Conference, in cui hanno il programma più vincente, e hanno vinto sedici campionati di stagione regolare e un campionato di tornei per conferenze. L’attuale allenatore è Kyle Smith. Giocano alle partite casalinghe al War Memorial Gymnasium, che funge anche da sede per il basket femminile, la pallavolo, gli uffici dei reparti atletici e le aule per l’allenamento atletico. [3]

La squadra di basket vanta tre titoli nazionali: il NIT del 1949 con Pete Newell e il campionato NCAA Division I del 1955 e del 1956. Gli ultimi due erano sotto Phil Woolpert, e custodia iphone 6s piquadro guidati dal giocatore e dalla National Collegiate Basketball Hall of Fame di Bill Russell.

L’USF mantenne il suo status di potente potenza del basket negli anni ’70 e nei primi anni ’80, con la distinzione di essere un programma ‘importante’ in una conferenza di ‘mid major’ (il CEC è diminuito un po ‘di statura dagli anni ’60). Ha tenuto il primo posto nei sondaggi in numerose occasioni. Nel 1977, guidati dal centro americano All Bill Centre, i Dons hanno fatto 29 0 e sono stati considerati la squadra numero 1 in entrambi i sondaggi prima di lasciare le ultime due partite. Ignatius College, nel 1910. Il coach originale era Orno Taylor, i cui successi successivi furono persi nella storia. I punteggi erano cresciuti dal 1895 ma la scrittura era più florida che mai. L’Annual del College ha riferito che ‘l’intera squadra ha fatto nobilmente nella stagione appena finita e il corpo studentesco come unità li ringrazia per la loro lealtà e devozione’. I risultati non sono poi così cattivi: il team di St. Ignatius ha vinto sei delle sue sette partite, perdendo solo a Pacific (quindi a San Jose) con soli tre punti, incluse le vittorie in una striscia di Santa Clara, ancora una principale rivale, con punteggi di 38 31 e 22 13. [4]

Era di Pete Newell [modifica]

Dopo aver prestato servizio nella Marina Militare degli Stati Uniti dal 1942 al 1946, Pete Newell è stato nominato allenatore di pallacanestro presso l’Università di San Francisco nel 1946. Durante i suoi quattro anni di permanenza alla USF, Newell ha compilato un record di 70 37 e allenato i Dons a il campionato NIT (National Invitation Tournament) del 1949, battendo la sua alma mater, custodia iphone 5se silicone Loyola. (A quel tempo, il NIT era quasi prestigioso come il torneo NCAA.) Questa era la squadra di All American Don Lofgran, Joe McNamee, capitano John Benington , Ross Giudice, Frank Kuzara e una piccola guardia di nome Rene Herrerias che spesso si pensava fosse il ball boy della squadra. Le folle di Madison Square Garden custodia iphone 7 sheldon di New York erano notoriamente difficili da soddisfare, mentre Lofgran, Herrerias e la compagnia le facevano applausi nei corridoi e nel 1950 accettò un incarico come capo allenatore alla Michigan State University, dove rimase fino al 1954. Olimpiadi estive del 1960. Terminata la carriera di allenatore, ha gestito un campo di pallacanestro istruttivo famoso in tutto il mondo e ha lavorato come consulente e scout per diverse squadre della National Basketball Association (NBA) .E ‘spesso considerato una delle figure più influenti nella storia di pallacanestro.

Phil Woolpert e l’era di Russell [modifica]

Newell partì per la Michigan State nel 1950 e la USF assunse Phil Woolpert come suo successore. Assunse entrambe le cariche di allenatore di pallacanestro maschile e direttore atletico.

Durante il suo mandato alla USF, Woolpert ha pubblicato un record di 153 78, tra cui una serie di vittorie di 60 partite che all’epoca era la più lunga nella pallacanestro universitaria (superata in seguito dalle 88 vittorie custodia iphone 6 silicone 3d consecutive di UCLA di John Wooden.) Jones, Eugene Brown e Mike Farmer era noto per la sua difesa e deteneva avversari sotto i 60 punti in 47 diverse occasioni: la USF vinse il campionato nazionale nel 1955 e nel 1956 e terminò il terzo nel 1957. All’epoca il più giovane allenatore di basket del college vinse un campionato nazionale, Woolpert ha anche vinto il premio di Coach of the Year nel 1955 e nel 1956.

Bill Russell è stato ignorato dai principali scout del college, soprattutto perché non ha nemmeno iniziato a frequentare la McClymonds High School di Oakland e non ha ricevuto una sola lettera di interesse fino a quando Hal DeJulio della USF non l’ha guardato in una partita di scuola superiore. dal magro punteggio di Russell e dai ‘fondamentali atroci’, [6] ma sentiva che il giovane centro aveva un istinto straordinario per il gioco, specialmente nelle situazioni di frizione. Quando DeJulio offrì a Russell una borsa di studio, quest’ultima accettò con entusiasmo. Il giornalista sportivo John Taylor lo ha descritto come uno spartiacque nella vita di Russell, perché Russell si è reso conto che il basket era la sua unica possibilità di sfuggire alla povertà e al razzismo e, di conseguenza, Russell ha giurato di trarne il meglio.

Alla USF, Russell divenne il nuovo centro di partenza. Woolpert ha enfatizzato la difesa e il gioco deliberato di metà campo, concetti che hanno favorito il difensore difensivo Russell. [7] Woolpert non è stato interessato da problemi di colore della pelle. Jones e Hal Perry. [8] Nei suoi anni USF, Russell ha usato la sua relativa mancanza di massa per sviluppare uno stile di difesa unico: invece di difendere puramente il custodia iphone 6 unicorno centro avversario, ha usato la sua velocità e velocità per giocare in difesa contro avversari in attacco e sfidare aggressivamente i loro colpi. [7] Combinando la statura e le abilità di blocco di un centro con la velocità del piede di una guardia, Russell divenne il fulcro di una squadra USF che presto divenne una forza nella pallacanestro del college. Dopo che la USF ha mantenuto la stella di Holy Cross Tom Heinsohn senza reti in un’intera metà, Sports Illustrated ha scritto: ‘Se [Russell] impara mai a colpire il canestro, dovranno riscrivere le regole’.

Tuttavia, i giochi erano spesso difficili per la squadra USF. Russell ei suoi compagni di squadra afroamericani sono diventati bersagli di schiamazzi razzisti, in particolare sulla strada. In un incidente notevole, gli hotel di Oklahoma City hanno rifiutato di ammettere Russell ei suoi compagni di custodia iphone 6 elephant squadra neri mentre erano in città per il torneo All College del 1954. Per protesta, l’intera squadra ha deciso di accamparsi in un dormitorio universitario chiuso, che in seguito è stato definito un’importante esperienza di legame per il gruppo. [8] Decenni dopo, Russell ha spiegato che le sue esperienze lo hanno indurito contro ogni tipo di abuso. ‘Non mi sono mai permesso di essere una vittima’, ha detto. [9] [10]

Sul legno duro, le sue esperienze erano molto più piacevoli. Russell guidò la USF ai campionati NCAA nel 1955 e nel 1956, inclusa una serie di 55 vittorie consecutive. Divenne noto per la sua difesa forte e le abilità di blocco dei colpi, una volta negando 13 colpi in una partita. L’allenatore dell’UCLA John Wooden ha definito Russell ‘il più grande uomo difensivo che abbia mai visto’. [8] Durante la sua carriera universitaria, Russell aveva una media di 20.7 punti per partita e 20.3 rimbalzi per partita. [11] Oltre al basket, Russell rappresentava USF in pista e eventi in campo. Ha gareggiato nei 440 yard (400 gare, che ha potuto completare in 49,6 secondi. [12] Ha anche partecipato al salto in alto, Track Field News lo ha classificato come il settimo miglior saltatore in alto nel mondo nel 1956. Che anno, Russell ha vinto titoli di salto in alto al meeting della California Centrale AAU, l’incontro dell’AAU del Pacifico e la West Coast Relays. Russell, che era sensibile a qualsiasi pregiudizio razziale, era infuriato dal fatto che il proprietario Abe Saperstein avrebbe discusso la questione solo con Woolpert — Mentre Saperstein parlava a Woolpert in un incontro, l’allenatore assistente dei Globetrotters Harry Hanna cercava di intrattenere Russell con battute: il centro USF era livido dopo questo affronto e declinò l’offerta: ragionò che se Saperstein era troppo intelligente per parlare con lui, allora lui w è troppo intelligente per giocare con Saperstein. Invece, Russell si fece eleggere per il Draft NBA del 1956. [14]

Woolpert è rimasto alla USF per nove anni. Durante il suo mandato, era noto per la costruzione di poteri nazionali quasi esclusivamente sul talento della Bay Area; il dipartimento di atletica non aveva praticamente alcun budget per il reclutamento e aveva poco da offrire ai giocatori fuori dallo stato. [15]

Dominanza degli anni ’60 e ’70 [modifica]

I Dons rimasero come una centrale elettrica per diversi anni dopo la loro corsa degli anni ’50. Il team ha aggiunto altre quattro presenze Elite Eight al suo curriculum: 1964, 1965, 1973 e 1974.

L’USF mantenne il suo status di potenza del basket negli anni ’70 e primi anni ’80 con Bob Gaillard e Dan Belluomini, con la distinzione di essere un programma ‘importante’ in una conferenza di ‘mid major’ (la statura del CEC diminuì leggermente negli anni ’60) Sebbene John Wooden e la sua UCLA Bruins avessero eclissato San Francisco come principale potenza della West Coast, i Dons rimasero un programma d’élite fino ai primi anni ’80. [16] Ha tenuto il primo posto nei sondaggi in numerose occasioni e sei consecutivi titoli del 1977 82, [17] e tutti tranne due titoli stagionali della WCC dal 1972 al 1982. Nel 1977, guidati dal centro americano All Bill Centre, i Dons iniziarono la stagione 26 0 e furono considerati come la squadra numero 1 nella nazione in entrambi i sondaggi più importanti: Sports Illustrated ha evidenziato la squadra del 1977 con una cover intitolata ‘The Dandy Dons’.

Violazioni della NCAA e pena di morte autoimposta [modifica]

‘Tutti gli scopi legittimi di un programma di atletica in un istituto scolastico sono stati distorti dal programma atletico durante lo sviluppo’.

I Dons rimasero un programma d’élite fino ai primi anni ’80, perennemente classificato tra i primi 20, [19] e avevano conquistato sei titoli consecutivi della conferenza dal 1977 all’82. [20] Tuttavia, il successo di San Francisco in campo ha avuto un prezzo: John Lo Schiavo, appassionato di basket per tutta la vita e in tutta la città per la potenza in gioventù, [21] ha fatto sapere che dopo il secondo caso NCAA è stato risolto nel 1980 che chiuderebbe il programma di alto profilo in caso di ulteriori incidenti [22].

Nonostante l’avvertimento di Lo Schiavo, le scorrettezze continuarono: un’esclusiva organizzazione di richiamo chiamata Dons Century Club impegnò centinaia di migliaia di dollari per il reclutamento illegale di giocatori, pagando i membri della famiglia e coprendo le spese di viaggio [19], mentre altri alunni davano o ‘prestavano’ ai giocatori ingenti somme di denaro, pagandoli per i lavori senza show, offrendo doni generosi, oltre a ritirare i ristoranti e le schede di intrattenimento. [23] I giocatori di pallacanestro continuavano a ricevere un trattamento accademico speciale, molti erano marginali al massimo gli studenti, e almeno un incidente si è verificato in cui un giocatore ha minacciato un altro studente, e l’incidente custodia morbida iphone 5s è stato spazzato sotto il tappeto dai funzionari della scuola. [22] Era anche comune per ‘tutor’ fare test e scrivere documenti per i giocatori. [15] La situazione alla fine giunse al termine nel dicembre del 1981, quando la guardia americana Quintin Dailey fu dichiarata colpevole di custodia iphone 6 vodka aver aggredito una studentessa. [24] mentre prendeva un lavoro senza show per $ 1,000 al mese in un’azienda di proprietà di un custodia iphone x glitter importante richiamo USF [24], mentre un altro richiamo aveva pagato Dailey $ 5000 dal 1980.

Fedele alla sua parola, il 29 luglio 1982 Lo Schiavo annunciò che avrebbe interrotto il programma di pallacanestro la prima volta che un’università della Divisione I aveva volontariamente chiuso uno sport importante in tali circostanze. [25] [26] Lo Schiavo ha custodia iphone 7 sottile detto che il programma Dons custodia portafoglio iphone 8 plus ‘era una volta fonte di custodia telefono iphone 5s ispirazione, rispetto e orgoglio per questa università e città’. Tuttavia, i recenti scandali hanno portato la USF ad essere percepita come ‘essere ipocrita o ambigua o inetto o duplicata, o forse una combinazione di tutti questi’. Date le circostanze, Lo Schiavo riteneva che l’unico modo responsabile fosse bloccare il programma. In una dichiarazione preparata, Lo Schiavo disse più tardi: ‘Speriamo che un giorno possa essere possibile ripristinare la squadra di basket inter-collegiale di un uomo. Questa possibilità dipenderà dal fatto che custodia batteria iphone 6s plus i responsabili di questa università siano convinti che i fattori che hanno distrutto il programma non lo colpiranno di nuovo ‘[23].

La sua decisione portò titoli internazionali, nella misura in cui, mentre visitava San Francisco, la Regina Elisabetta II accantonò Lo Schiavo per chiedere quando avrebbe ripristinato il programma di pallacanestro. [27] Drastica com’era, la mossa fu ampiamente applaudita da diversi membri della confraternita degli allenatori. [22]

San Francisco reintegrò la pallacanestro maschile nel 1985, ma senza il troppo esagerato club di richiami, il Dons Century Club. Al suo posto c’era il Green and Gold Club, un gruppo di booster sotto il diretto controllo del dipartimento atletico. [19] Lo Schiavo resuscitò il programma nel 1985 con l’ex stella Jim Brovelli come allenatore, che rapidamente restituì il programma alla rispettabilità.Non fu in grado di raggiungere la commedia postseason, tuttavia, e si dimise nel 1995. Tre anni dopo USF andò al torneo NCAA 1998 sotto Phil Mathews e avevano un ancoraggio NIT 2005 sotto l’ex allenatore Jessie Evans…

If you found an error, highlight it and press Shift + Enter or нажмите сюда to inform us.

Мне есть, что сказать!